Ultime Gare

Mondiale: Domina Van der Breggen, Tatiana Guderzo sul podio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'olandese coglie il suo primo titolo iridato con una poderosa azione a 40 chilometri dalla conclusione. L'azzurra è autrice di una gara coraggiosa che gli permette di cogliere la terza medaglia mondiale, la prima di bronzo.

 

Innsbruck (AUT) (29/09) - Sicuramente è stato il mondiale delle grandi campionesse. Come Anna van der Breggen, che chiude i conti con la sorte e finalmente porta a casa il suo primo titolo iridato, dopo averlo sfiorato numerose volte, e come Tatiana Guderzo, autrice di una gara fantastica, che sale meritatamente sul terzo gradino del podio, l’unico che gli mancava nella sua eccezionale carriera (Photobicicailotto).

“E’ stata una stagione difficile – ha detto l'azzurra commossa al termine della prova – ma volevo esserci, perché credo nella maglia azzurra e in questa squadra. Ho cercato fin da subito di mettermi a disposizione delle altre ragazze. Quando è partita Anna io ero a tutta e non sono riuscita quindi a stargli dietro. Ci siamo guardate, avevamo Elena Pirrone davanti, abbiamo provato ad allestire una difesa. Al penultimo giro ho iniziato ad avere i crampi, mi sono detta “resisti un altro po’, magari puoi servire ancora ...”. Quando è partita la canadese ho visto le mie compagne in affanno. Ho pensato “ci devo andare io” e sono andata. Strada facendo, soffrendo ma stringendo i denti, ho trovato la forza per staccare le altre e raggiungere quello che è un sogno. Perché una medaglia ad un mondiale è l’emozione più bella, che auguro di vivere a tutte le mie compagne. All’inizio di questo mondiale ero sicura che qualcuna di noi sarebbe salita sul podio, certo non pensavo di essere io.”

Ed invece questa straordinaria atleta, che ha indossato per la 16^ volta la maglia azzurra, soffrendo, stringendo i denti, combattendo con i crampi prima ancora che con le avversarie, è riuscita a portare ancora una volta la Nazionale di Dino Salvoldi su un podio mondiale, regalando, non solo a se stessa ma anche ai tanti tifosi italiani accorsi qui ad Innsbruck, una gioia immensa.

“Tatiana impersonifica perfettamente lo spirito delle nostre Nazionali – ha ricordato il presidente Di Rocco visibilmente soddisfatto al termine delle premiazioni – ha stretto i denti per essere presente qui ad Innbruck e in gara ha dato tutto. Soprattutto si è messa a diposizione del gruppo, rappresentando un esempio per le più giovani. Vedere, qui all’arrivo, il tifo delle altre azzurre più giovani premia i lavoro di tutti, delle atlete, dei tecnici, dello staff federale e di tutti coloro che hanno contribuito ad una giornata come questa.”

Edoardo Salvoldi si lascia scappare un sorriso: “Meno male che c’è Tatiana… Oggi senza il suo numero probabilmente non saremmo qui a festeggiare. Portarla è stato un obbligo, per la sua storia sportiva e per quello che ha vissuto in questi ultimi mesi. Ci sarà tempo per i bilanci, per ora è giusto rendere onore a questa medaglia che premia una grande atleta e una grande persona.”.

"Una medaglia bellissima, spettacolare, inaspettata - afferma Davide Cassani, coordinatore delle Nazionali -. Dopo 14 anni Tatiana torna su un podio mondiale. La prima volta a Verona: era una ragazzina, in mezzo c'è stata una maglia iridata e una medaglia olimpica. Non si smentisce Tatiana. Nei grandi appuntamenti lei è pronta. Su un percorso così duro ha dimostrato di essere fortissima, una vera campionessa."

Esordio fortunato in ammiraglia per Giorgia Bronzini: “Per la prima volta passo dall’altra parte (da atleta a tecnico, ndr) e vinciamo una medaglia! Un bronzo vinto con cuore e passione; una vera impresa. Non mi stupisce sia stata fatta da Tatiana, perché è veramente nel suo stile. Complimenti!”

Il mondiale, come ricordato, è stato vinto da Anna Van der Breggen che oggi ha chiuso i conti anche con la maglia iridata, conquistata in splendida solitudine sul traguardo di Innsbruck al termine di una cavalcata di 40 chilometri.

Determinante la penultima ascesa di giornata: Anna scatta subito dopo un tentativo della Van Vleuten. Nessuna riesce a tenere la sua ruota. In breve si riporta sulle fuggitive, tra le quali anche l’australiana Amanda Spratt e Elena Pirrone. Non attende molto prima di attaccare ancora. Gli resiste solo la Spratt, che grazie a questa strenua difesa (durata lo spazio di pochi chilometri) verrà catapultata al secondo posto, abile a conservare fino all’arrivo. Elena Pirrone è la prima a cedere ed essere fagocitata dal gruppo all’inizio dell’ultima tornata. Per lei, al primo anno, un mondiale sicuramente positivo, visto che ha tenuto alla consegna affidatagli e veleggiando sempre tra le prime: “Un esordio che ha sorpreso anche a me. Oggi avevo la gamba che girava e ho provato a tenere la posizione quando la van der Breggen mi ha superata. Quando si indossa la maglia dell’Italia riesci a dare sempre qualcosa in più..”

All’inizio dell’ultima tornata, mentre la van der Breggen viaggia, con distacchi siderali, verso il titolo, seguita a debita distanza dalla Spratt, si accende la lotta per il terzo posto. Dal gruppo evade la canadese Canuel. Tatiana Guderzo è lesta a prenderle la ruota, accompagnata anche dalla polacca Malgorzata. Insieme recuperano le restanti due fuggitive originarie e insieme attaccano per l’ultima volta la salita.Qui l’azzurra costruisce il suo capolavoro. Pian piano trova il ritmo e, a metà ascesa, forza progressivamente, staccando tutte. Scollina solitaria al terzo posto che conserva fino al traguardo, evidentemente commossa.

Per la campionessa di Marostica arriva così la terza medaglia in un mondiale, dopo l’oro nel 2009 a Mendrisio e l’argento nel 2004 a Verona. Una medaglia sul collo di una grande professionista e che dimostra che la classe non ha età.

Le altre azzurre tagliano il traguardo esauste a conferma della durezza del percorso: Elisa Longo Borghini è 13^ a 7'17 dalla vincitrice; Erica Magnaldi 20^, Elena Pirrone 58^ a 14'05, Sofia Bertizzolo 63^ a 14'29, Soraya Paladin 72^ a 18'04. Elena Cecchini non ha terminato la gara.

<th "="">Time
RnkRiderTeamUCIPnt
1  VAN DER BREGGEN Anna Netherlands 600 200 4:11:04
2  SPRATT Amanda Australia 475 170 3:42
3  GUDERZO Tatiana Italy 400 140 5:26
4  FAHLIN Emilia Sweden 325 130 6:13
5  JASINSKA Małgorzata Poland 275 120 ,,
6  CANUEL Karol-Ann Canada 225 110 6:17
7  VAN VLEUTEN Annemiek Netherlands 175 100 7:05
8  PIETERS Amy Netherlands 150 90 ,,
9  BRAND Lucinda Netherlands 125 80 7:17
10  WINDER Ruth United States 100 70 ,,
11  LELEIVYTE Rasa Lithuania 85 60 ,,
12  NIEWIADOMA Katarzyna Poland 70 50 ,,
13  LONGO BORGHINI Elisa Italy 60 40 ,,
14  POIDEVIN Sara Canada 50 30 ,,
15  IAKOVENKO Anastasia Russia 40 20 ,,
16  GUARNIER Megan United States 35 15 ,,
17  MOOLMAN Ashleigh South Africa 30 10 ,,
18  KOPPENBURG Clara Germany 30 8 ,,
19  GARCIA Margarita Victoria Spain 30 5 ,,
20  MAGNALDI Erica Italy 30 3 ,,
21  HALL Katie United States 30   ,,
22  NEFF Jolanda Switzerland 20   ,,
23  LUDWIG Cecilie Uttrup Denmark 20   7:22
24  KENNEDY Lucy Australia 20   7:31
25  KIRCHMANN Leah Canada 20   8:18
26  ROWE Danielle Great Britain 20   ,,
27  SIERRA Arlenis Cuba 20   ,,
28  DE VUYST Sofie Belgium 20   ,,
29  BORGLI Stine Anderson Norway 20   ,,
30  BATAGELJ Polona Slovenia 20   ,,
31  RIVERA Coryn United States 20   ,,
32  NILSSON Hanna Sweden 10   ,,
33  PINTAR Urša Slovenia 10   ,,
34  MERINO Eider Spain 10   ,,
35  GILLOW Shara Australia 10   ,,
36  FREI Sina Switzerland 10   ,,
37  LANGVAD Annika Denmark 10   ,,
38  PITEL Edwige France 10   ,,
39  VYSOTSKA Yevgenia Ukraine 10   ,,
40  VAN DE VELDE Julie Belgium 10   ,,
41  WRIGHT Sophie Great Britain 10   8:36
42  VAN DEN STEEN Kelly Belgium 10   9:00
43  LORVIK Ingrid Norway 10   ,,
44  BLAAK Chantal Netherlands 10   ,,
45  BARNES Hannah Great Britain 10   10:58
46  LIPPERT Liane Germany 10   ,,
47  WILLIAMS Georgia New Zealand 10   11:01
48  BROWN Grace Australia 10   ,,
49  SHAPIRA Omer Israel 10   11:14
50  MICHIELS Githa Belgium 10   12:32
51  JACKSON Alison Canada 5   12:48
52  MORENO Blanca Liliana Colombia 5   13:01
53  SANTESTEBAN Ane Spain 5   ,,
54  CHAPMAN Brodie Australia 5   ,,
55  NOVOLODSKAIA Mariia Russia 5   13:10
56  SHEKEL Olga Ukraine 3   13:46
57  LLAMAS Lorena Spain 3   14:05
58  PIRRONE Elena Italy 3   ,,
59  TAZREITER Angelika Austria 3   14:26
60  VAN DIJK Ellen Netherlands 3   14:29
61  LABOUS Juliette France     ,,
62  YAPURA Fernanda Argentina     ,,
63  BERTIZZOLO Sofia Italy     ,,
64  CHRISTMAS Dani Great Britain     14:51
65  KERN Spela Slovenia     ,,
66  ANDERSON Grace New Zealand     ,,
67  ZIGART Urska Slovenia     14:55
68  PLICHTA Anna Poland     16:05
69  ENSING Janneke Netherlands     ,,
70  KLIMOVA Diana Russia     18:04
71  DIDERIKSEN Amalie Denmark     ,,
72  PALADIN Soraya Italy     ,,
73  CORDON-RAGOT Audrey France     ,,
74  BERGEN Sara Canada     18:20
75  SUBERCASEAUX Stephanie Chile     18:44
76  PATIÑO Paula Colombia     ,,
77  SAIFUTDINOVA Natalya Kazakhstan     ,,
78  BOHÉ Caroline Denmark     ,,
79  YONAMINE Eri Japan     20:47
80  KOREVAAR Jeanne Netherlands     22:33
81  RIJKES Sarah Austria     23:06
DNF  BAKU Rudina Albania     -4:11:04
DNF  ROY Sarah Australia     ,,
DNF  JASEKOVÁ Tatiana Slovakia     ,,
DNF  MARTINEZ Cristina Spain     ,,
DNF  PERINOVIC Maja Croatia     ,,
DNF  COBB Alice Great Britain     ,,
DNF  GAFINOVITZ Rotem Israel     ,,
DNF  HARSCH Ann-sofie Luxembourg     ,,
DNF  POTAPOVA Faina Kazakhstan     ,,
DNF  KARAMI Miyoko Japan     ,,
DNF  SANABRIA Ana Colombia     ,,
DNF  LEUNG Wing Yee Hongkong     ,,
DNF  CAMPBELL Teniel Trinidad & Tobago     ,,
DNF  FABER Claire Luxembourg     ,,
DNF  MEDVEDOVA Tereza Slovakia     ,,
DNF  ANDERSEN Susanne Norway     ,,
DNF  CROMWELL Tiffany Australia     ,,
DNF  RYAN Alexis United States     ,,
DNF  LEUNG Hoi Wah Hongkong     ,,
DNF  DEBESAY Mossana Eritrea     ,,
DNF  PRADERA Jeidi Cuba     ,,
DNF  OWEN Elne South Africa     ,,
DNF  RIFFEL Christa Germany     ,,
DNF  DEMEY Valerie Belgium     ,,
DNF  FERNANDES Clemilda Brasil     ,,
DNF  COELHO Camila Brasil     ,,
DNF  HANNES Kaat Belgium     ,,
DNF  PUSKALA Viivi Finland     ,,
DNF  KORVASOVA Tereza Czech Republic     ,,
DNF  DOBRYNINA Kseniya Russia     ,,
DNF  RITTER Martina Austria     ,,
DNF  AALERUD Katrine Norway     ,,
DNF  RIABCHENKO Tetyana Ukraine     ,,
DNF  HEINE Vita Norway     ,,
DNF  KANEKO Hiromi Japan     ,,
DNF  WORRACK Trixi Germany     ,,
DNF  ISKAKOVA Amiliya Kazakhstan     ,,
DNF  PU Yixian China     ,,
DNF  MAINE Katherine Canada     ,,
DNF  HARVEY Mikayla New Zealand     ,,
DNF  MATHIESEN Pernille Denmark     ,,
DNF  CHRISTOFOROU Antri Cyprus     ,,
DNF  KIRÁLY Mónika Hungary     ,,
DNF  COVRIG Ana Romania     ,,
DNF  PENTON Sara Sweden     ,,
DNF  DREVILLE Anabelle France     ,,
DNF  HENDERSON Anna Great Britain     ,,
DNF  BRENNAUER Lisa Germany     ,,
DNF  WILES Tayler United States     ,,
DNF  SHARPE Alice Ireland     ,,
DNF  CECCHINI Elena Italy     ,,
DNF  BECKER Charlotte Germany     ,,
DNF  HANSELMANN Nicole Switzerland     ,,
DNF  NORSGAARD Emma Cecilie Denmark     ,,
DNF  NERLO Aurela Poland     ,,
DNF  NGUYEN Thi That Vietnam     ,,
DNF  GONZÁLEZ Alicia Spain     ,,
DNF  WILKOS Katarzyna Poland     ,,
DNF  POTOKINA Anna Russia     ,,
DNF  FASOI Varvara Greece     ,,
DNF  HAMMES Kathrin Germany     ,,
DNF  GEBRU Eyeru Tesfoam Ethiopia     ,,
DNF  ERIĆ Jelena Serbia     ,,
DNF  LEPISTÖ Lotta Finland     ,,
DNF  THOMAS Leah United States     ,,
DNF  BIANNIC Aude France     ,,
DNF  DUVAL Eugénie France     ,,
DNF  LACH Marta Poland     ,,
plg_search_sppagebuilder
Categorie
Search - Content
Search - Tags

 

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
no-doping
si-salvaciclisti
no-violenza
no-razzismo
Cicliste.eu © 2018 - PROMOITALIA [PETTINATI COMMUNICATION]