Ylenia Fiscarelli: "il ciclismo non è uno sport per tutti"

Ylenia Fiscarelli è una ragazza pugliese di 18 anni, residente nelle Marche. Ha iniziato a pedalare su di una bici da corsa all'età di 6 anni quando si è trasferita nelle Marche per poi, l'anno successivo, iniziare la sua “carriera” da G1 con la scuola di ciclismo Potentia Rinascita, dove praticamente ha iniziato a fare le prime gare. 
Ylenia cresce e da G4 passa alla Montagnola dove rimane anche l'anno successivo da G5. L'ultimo anno da G6 sceglie i colori della scuola di ciclismo San Filippo.


"Negli anni, da giovanissima - racconta Ylenia - ho fatto molte vittorie, mi piaceva correre, mi divertivo gareggiare contro i maschi e non solo contro le femmine.
Da esordiente sono andata con il Gruppo sportivo Osimo Stazione dove ho fatto i primi 2 anni e dove ho ottenuto vari titoli regionali sia su strada che su pista."

"Durante una gara in pista ad Ascoli Piceno, da esordiente 2 anno, ho incontrato Danile Fiorin e gli ho chiesto se potessi continuare la mia carriera nella sua squadra. Mi ha fatto fare una stage di allenamenti e gare dove mi ha testata sia su strada che su pista e alla fine Daniele mi ha accolto nella sua squadra dove ho avuto modo di crescere e imparare molto: sono passata dal fare km su km a settimana a fare allenamenti specifici per qualsiasi tipo di percorso."

Da allieva, si rende conto che da junior avrebbe dovuto lasciare la sua squadra.

"Devo ringraziare mio papà che è la mia forza, senza di lui non sarei dove sono adesso. Lui che mi ha allenata fino alla categoria Giovanissima 6/Esordiente 1° anno.
Da esordiente 2° anno ho fatto 15esima al campionato Italiano a Comano Terme, decima alla Coppa di Sera a Borgo Valsugana.
Da allieva 1° anno ho fatto alcuni piazzamenti: settima al mio primo italiano di ciclocross; terza all’italiano in pista con il quartetto della Regione Piemonte. Nell'inverno 2018 ho fatto 2° nel giro d’Italia di ciclocross."

Per lei il ciclismo è divertimento e non solo...
"Non è uno sport per tutti, ma solo per le persone con una certa tenacia. Il ciclismo va al primo posto nella classifica della mia vita quotidiana."

Che tipo di ciclista sei?
"Sicuramente non mi ruputo una delle più forti ma in gruppo ci so fare, so tenere bene le posizioni e qualche volta mi difendo bene anche nelle volate, mi piace ricordare una gara in particolare di quando ero con la Fiorin, mi sono messa tirare la volata alla mia compagna di squadra Sara Fiorin a San Bassano, dove ha vinto la prima gara da Allieva e io le ho tirato la volata negli ultimi 700m."

Rammarichi?
"Non penso tanto al passato, penso a far sempre meglio. Per andare nella Fiorin a 14 anni ho rinunciato ad uscire con gli amici ma è un sacrificio che ho voluto fare perché e quello che amo.
Con Daniele, nei 2 anni da allieva, ho instaurato un rapporto bellissimo, con tutte le compagne andavo e vado d’accordo con tutte, ci aiutavamo a vicenda, mi mancano molto tutte."

Cosa ti piace del ciclismo?
"Mettermi a confronto con me stessa e con le mie avversarie, meglio ancora se riesco a batterle".

Come affronti le gare?
"Di solito ho la mente libera fino agli ultimi 5 km, poi inizio a concentrarmi bene sul come impostare il finale."

Cosa ti spinge a continuare con il ciclismo?
"Ciò che mi spinge a continuare ad andare in bici è la passione e la mia forza di volontà.
Da junior 1° anno sono passata con la Vallerbike, dove mi sono trovata molto bene con tutte le compagne. Ho deciso di cambiare squadra perchè avevo bisogno di nuovi stimoli."

La nuova stagione dove ti ha portata?
"Adesso da junior 2° anno sono molto contenta di dire che sono passata con una squadra Elitè, dove il presidente Manuel Fanini mi ha accolto anche se sono ancora junior e quindi sono la più piccola della squadra. La squadra si chiama Concerie Zabri Fanini. Sono molto contenta di essere in questa squadra e mi trovo molto bene con tutte le compagne, con il direttore sportivo Mirko Puglioli e con il presidente Manuel Fanini."

Ylenia e lo studio?
"Faccio il 5 superiore dell'istituto Virgilio Bonifazi indirizzo grafico a Civitanova alta. Ho fatto la primina quindi sono un anno avanti, non sono mai stata bocciata e prima che iniziasse il virus avevo un buon 7 di media".

A rovinare tutto è arrivato il Coronavirus
"Adesso siamo in una situazione molto brutta in italia per colpa del COVID-19 questo virus che ha colpito tutto il nostro paese e non solo. Speriamo di uscire presto da questa situazione e di poter tornare a correre il prima possibile, nel frattempo restiamo a casa dove continuiamo ad allenarci per quel che si può".

Come passi le giornate da reclusa?
"Io in questo periodo mi alleno sia sui rulli sia facendo un po di palestra a casa. Dato che i rulli sono molto noiosi uso la piattaforma zwift con i miei amici, creando incontri, allenandoci tutti insime in modo virtuale che pur non essendo la stessa il tempo passa più velocemente e mentre ci alleniamo con i rulli ci vediamo attraverso delle videochiamate. Mentre per la palestra mi arrangio un po con degli esercizi che facevo quando ero da Fiorin e con un po di quelli che mi dice anche mio papà."

Coninueremo l'intervista a Ylenia Fiscarelli con la diretta streaming che andrà in onda domani sera (mercoledì 15 aprile) alle ore 21:00 sulla pagina facebook di cicliste.eu e sul nostro profilo youtube. In entrambi i casi gli appassionati di ciclismo possono intervenire e fare le loro domande in diretta.

Non mancate!

Walter Pettinati 

Autore
Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giornalista, editore, Ex ciclista professionista, appassionato di sport, presidente del team etico virtuale cicliste.eu.


Stampa   Email