Un titolo Mondiale che coinvolge oltre Un Milione di persone

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Da tempo mi occupo di comunicazione e web marketing con aziende e sport femminile attraverso i miei portali www.calciodonne.it & www.cicliste.eu
A differenza del calcio, le donne del ciclismo vincono Europei e Mondiali a ripetizione. I successi si alternano con quella naturalezza che ci fanno dimenticare quanti sacrifici e rinunce sostengono le ragazze per primeggiare in ogni competizione.


Contiamo così tante vittorie che, nonostante il medagliere sia sempre aggiornato, non saprei rispondere a quanti Europei e Mondiali ha vinto l'una o l'altra ragazza, che si susseguono nel tempo.

Nonostante questi importanti successi internazionali, le donne del ciclismo, come quelle di tutti gli sport, vengono costantemente ignorate dai grandi media. La giustificazione è sempre la stessa: non fate numeri e per questo che lo sport femminile non interessa.

Quando non ne possono fare a meno pubblicano una della tante vittoria conquistate dalle donne mentre è sempre ampio lo spazio destinato all'immagine della donna oggetto, della bella fidanzata del calciatore insieme a tanto gossip.

Ma non pensate che dietro ci sia una strategia avverso la figura della donna sportiva, sarebbe troppo per molti dirigenti che nulla hanno a che fare con lo sport, c'è solo la credenza, all'interno delle redazioni, che un bel fondo schiena faccia più like di una bella vittoria e di una storia di vita a discapito dell'impresa al femminile che, secondo costoro, non produce lettori.
Ma è veramente cosi? io dico di no e ve lo dimostro riportando un semplice accaduto.

Mondiali su pista Juniores
le azzurrine doppiano il Mondo: prime le inglesine in semi finale, dopo le neozelandesi in finale e si conquistano il Campionato del Mondo trasmesso in diretta streaming dall'UCI.
Soddisfazione nell'ammirare la prestazione e gioia delle ragazze mi portano a estrarre il video della loro prova finale, togliere l'audio del commentatore (non me ne voglia) e inserire la canzone "We are the champions".

La sorpresa che non ti aspetti
Sono sincero, mai mi sarei aspettato che la vittoria azzurra riscuotesse tanto e ulteriore successo. Nel giro di poche ore, dopo la pubblicazione sulla nostra pagina facebook di cicliste, le condivisioni, i commenti, i "like" incrementano senza sosta fino ad arrivare a ieri sera, quando abbiamo superato il Milione di persone raggiunte.

Stamani, 25 agosto, ho deciso di riportare al popolo del web questa mia esperienza con la speranza di aprire una finestra in tutte le redazioni dei media nazionali e in tante aziende italiane che dovrebbero iniziare a prendere in seria considerazione di sponsorizzare il ciclismo e tutto lo sport femminile che porta in giro per il Mondo la nostra cultura, la loro bellezza insieme alla loro classe e forza.

Queste ragazze meritano rispetto e supporto
Un minimo di promozione la sta facendo la Federciclismo, che ci tiene aggiornati sui risultati ma che, per la visibilità, potrebbe fare molto di più, come per esempio trasmettere in streaming le gare (basta 1 operatore) e cronache fotografiche.
Deludente, quasi inesistente l'attività promozionale del CPA e ACCPI in rosa della responsabile del ciclismo femminile Alessandra Cappellotto che non ha dato aspetto ai successi delle nostre Juniores e Under 23.
Se non ci crede chi assiste le ragazze e non preme per dare loro i giusti palcoscenici e riconoscimenti, perchè ci dovrebbero credere gli altri?
ACCPI che io stimo tantissimo e che ritengo faccia un gran lavoro con gli uomini e con noi ex professionisti.

Passiamo ai numeri
In questo momento, precisamente alle ore 13.00 del 25 agosto, vi posso confermare quanto segue:

Mi piace: 2.595
Commenti: 170
Condivisioni: 4.458
Visualizzazioni: 421.814
Persone raggiunte: 1.358.139

1milionefans

Questo dato di fatto, credo, che possa dimostrare quanto lo sport femminile interessi ai veri sportivi.
Immaginate se questo video, magari realizzato in modo ancora più professionale, fosse stato pubblicato dalla Gazzetta dello Sport sui propri canali web .... quanti numeri sarebbero stati raggiunti?

Sono consapevole di aver sconfinato: ho usato un video UCI, ho "fregato" la canzone dei Queens e ho fatto ciò che non potrei rischiando sulla mia pelle, non per un ricavo, ma solo dare merito alle azzurre e dimostrare il valore marketing delle imprese di queste ragazze che voi, grandi editori e industriali, ignorate.
Osare sempre per vincere. Tutti insieme ce la possiamo fare!

Medagliere Azzurro:

Oro - Letizia Paternoster - Eliminazione Donne U23
Oro - Marta Cavalli - Inseguimento individuale (record italiano) Donne U23
Oro - Gloria Scarsi - Scratch Donne Juniores
Oro - Inseguimento a squadre Donne Juniores - Camilla Alessio, Giorgia Catarzi, Gloria Scarsi, Silvia Zanardi
Oro - Inseguimento a squadre Donne U23 - Martina Alzini, Elisa Balsamo, Marta Cavalli, Vittoria Guazzini, Letizia Paternoster
Oro - Gloria Scarsi Eliminazione Donne Juniores
Oro - Vittoria Guazzini - Inseguimento individuale donne juniores
Oro - Vittoria Guazzini - Omnium femminile juniores
Oro - Miriam Vece - Velocità individuale Under 23

Argento - Martina Alzini - Inseguimento individuale Donne U23
Argento - Velocità Olimpica Donne U23 Martina Fidanza, Gloria Manzoni, Miriam Vece

Bronzo - Sofia Collinelli - Inseguimento individuale donne juniores

Walter Pettinati

Author: Walter PettinatiEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.