mondositiscommesse

Cycling for Respect by cicliste.eu, missione compiuta!

Cycling for Respect by cicliste.eu, missione compiuta!

La cicloturistica in Rosa, Catania – Siracusa Isola di Ortigia, 1° tappa del Giro d’Italia contro la violenza sulle donne, si è disputata con l’entusiasmo e la forza che solo le donne possiedono quando vogliono ottenere giustizia e rispetto. Messaggio che è stato diffuso lungo i 65 km che hanno portato le manifestanti da Piazza Duomo di Catania fino a Siracusa nella storica Piazza Duomo dell’Isola di Ortigia. A guidare la carovana en rose la nostra paladina, siciliana doc, Emanuela Mazzurco alla quale vanno tutti i meriti di aver organizzato - tutta da sola - una due giorni perfetta sotto ogni punto di vista , sia a livello organizzativo sia a livello sociale.

Una “guerriera” che ha saputo coinvolgere, con il suo spirito libero e incorruttibile, persone che l’hanno seguita in questa importante battaglia sociale che, a mio parere, viene sottovalutata. Insieme a Lei si sono schierate, spontaneamente, un esercito di oltre 100 donne residenti sull’Isola che si sono unite sotto gli stessi colori e ideali per dare vita ad una protesta a sostegno di tutte le donne del Mondo. Un sentito ringraziamento va al Dott.ssa Cinzia Torrisi, delegata alla Pubblica Istruzione, Attività e Beni Culturali, Grandi Eventi, Pari Opportunità e Politiche Giovanili e al Sig. Adolfo Scandurra, presidente del CP di Catania FCI oltre alle amministrazioni Comunali della Città di Catania e della Città di Siracusa.

“Cycling for Respect – Stop gender discrimination & violence against women” non è un slogan ma bensì un chiaro messaggio nato per chiedere, senza mezzi termini, soluzioni preventive e di sicura protezione per le donne coraggio che denunciano.

Significative le emozioni vissute da Emanuela Mazzurco: “sono arrivata in Piazza Duomo alle 7 di mattina. Il raduno era previsto per le 7:30. Il tempo di prendere un cappuccino e via, pronta per la seconda giornata in rosa. Poco dopo iniziano ad arrivare donne in bicilette, sono li per l’evento. A poco a poco la piazza inizia a colorarsi di rosa, di sorrisi, di abbracci. Ci sono state molte confidenze che sono emerse da questo incontro tutto al femminile, mentre si consegnavano le maglie e i gadget. Alcune ragazze ci hanno chiesto se potevano unirsi al gruppo e nelle uscite. Momenti unici nei quali ci siamo abbracciate per la prima volta dopo essersi conosciute su Strava. Tutto questo, in un solo evento che aveva ben chiaro il messaggio da portare: combattere le discriminazioni di genere e la violenza sulle donne. Siamo riusciti a raggruppare più di 100 donne cicliste, in MTB, BDC, E-BIKE, non importava il colore di appartenenza, l’ente, la regione, importava solamente stare insieme unite per raggiugere l’obbiettivo prefissato.
La partenza da Catania, alle 9 puntualissime, per percorrere i 65 km, di statale, accompagnate da 6 moto staffette FCI Sicilia, guidate dall’ammiraglia messa a disposizione dell’ASD Team Laviano, ambulanza e assistenza Tecnica da parte di Ciclomania Torrenova Emanuele Oddo e Duemme Biciclette Maurizio Mirabella. Durante la cicloturistica, le ragazze si sono incoraggiate a vicenda, tutte insieme senza perdere mai nessuna dal gruppo.
Alle ore 12.40 siamo arrivate a Siracusa nella bellissima Piazza Duomo dell’Isola di Ortigia prestigiosa località Siciliana, meta di tantissimi turisti stranieri. Abbiamo scelto il gemellaggio di due piazze importanti, due città ricche di bellezze culturali, storiche e ambientali. Avere il piacere di pedalare in posti così belli è stato un vero privilegio. Una volta arrivate ad Ortigia, la carovana in rosa tra lacrime di gioia, emozioni, felicità, (molte di loro era la prima volta che affrontavano così tanti km in gruppo e avevano un po' di paura di non farcela), ma alla fine tutte sono arrivate a destinazione. Questo dimostra la determinazione, il coraggio e la voglia di mettersi in gioco di ognuna di loro, oltre il fatto che non capita tutti i giorni di pedalare con solo donne, anche perché le gare sono dominate dalla presenza maschile. “

“La carovana- continua Emanuela - è stata accolta dal Sindaco Dott. Francesco Italia con un rinfresco, premiate con una medaglia e attestato di partecipazione. Molte di loro sono ritornate in pullman messo a disposizione dell’organizzazione.”

La giornata non è terminata con i saluti, si è spostata e protratta sui social e nella chat whatsapp, dove ogni partecipante ha rilasciato le sue emozioni e considerazioni. Dire che è stato un grande successo sarebbe riduttivo ma anche inappropriato: il vero successo sarà ottenuto quando tutte le donne d’Italia scenderanno nelle strade per manifestare per i loro diritti e soprattutto, dopo aver ottenuto, il rispetto dovuto.

Walter Pettinati

La fotogalleria delle immagini scattate dal fotografo Joe Faro: cliccq qui 

Autore
Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giornalista, editore, Ex ciclista professionista, appassionato di sport, presidente del team etico virtuale cicliste.eu.


Stampa   Email

Related Articles