Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Marion Sicot, che nega ogni doping, al momento del test positivo era allenata dal preparatore di Julian Alaphilippe.
27 anni e una modesta carriera come ciclista professionista con il team belga Doltcini-Van Eyck Sport, la stagione di Marion è stata interrotta bruscamente a luglio in seguito al controllo antidoping, dove risultò positiva sull'EPO (eritropoietina), fatto il 29 giugno in occasione dei campionati di Francia, nella Loira Atlantica, dove aveva conquistato il nono posto. Questo è quanto dichiarato dalla sua venerdì 20 settembre al quotidiano "Le Monde".

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il fascicolo aperto contro ignoti dalla Federciclismo sui presunti rapporti sessuali tra i tecnici federali e alcune atlete (si vocifera di oltre 10 ragazze) durante le convocazioni in Nazionale, sta portando a galla i primi riscontri, anche se tutti da verificare e approfondire.
Ieri sera, negli uffici dello Stadio Olimpico, la Procura federale ha sentito a lungo Dino Salvoldi che dal 2001 decide le convocazioni, include le atlete nei piani federali, le segnala ai gruppi sportivi militari il cui eventuale ingaggio rappresenta per molte di loro l’unica fonte di sostentamento. Salvoldi è il tecnico più decorato di tutto lo sport italiano (220 tra medaglie olimpiche, mondiali ed europee negli ultimi 18 anni).

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Coinvolto dalla sua semplicità e trasparenza, travolto dalla sua forza e determinazione, che l’ha portata a conquistare prematuramente il titolo Italiano, Europeo e Mondiale della XC Eliminator. Affascinato dal mistero che mi ha avvolto nel conoscere le competizioni del fuoristrada a me sconosciute, ho chiesto alla giovane campionessa del Mondo se fosse disponibile, dopo averci rilasciato la sua storia, nei suoi momenti di spensieratezza, di raccontarci e farci conoscere le varie discipline da lei praticate in esclusiva per i lettori di cicliste.eu.

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

The Cyclists’ Alliance, associazione che rappresenta le cicliste straniere, denuncia un grave fatto che riportiamo in originale. In breve, il sindacato si dice deluso per la decisione dell'organizzazione per aver escluso alcune importanti cicliste/Team solo perchè, nell'edizione 2013 della stessa manifestazione, protestarono, anche a noi di tutte le colleghe, per i problemi di sicurezza riscontrati durante le tappe.

Add a comment

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Intervistata da tuttobiciweb.it la numero 2 dell’ACCPI e del CPA, responsabile delle cicliste, sembrerebbe, a leggere l’intervista, che abbia puntato drasticamente il dito contro il movimento Juniores delle ragazze italiane. Secondo quanto riportato dal noto sito web di ciclismo, la Cappelletto sembra che abbia dichiarato: “a quanto mi risulta problemi in azzurro non ci sono, anche se secondo me con la categoria juniores (ragazze di 17/18 anni) si esagera. Chi vince è anoressica, e questa categoria è veramente esasperata.”

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il caso "MeToo" del ciclismo femminile internazionale non trova riscontro in Italia. Le accuse delle 14 atlete a un team manager belga hanno aperto l'ennesima scandalosa vicenda oppure si tratta di un caso isolato?
Intanto i tedeschi della Sunweb hanno preparato il primo decalogo anti-abusi. I team italiani, per fortuna, sembrano esenti dal problema.
La polemica era già uscita nei mesi precedenti tanto che mi preoccupai di fare un sondaggio, su un certo numero di cicliste scelte a caso di categoria e luoghi diversi, per capire se anche in Italia si fossero verificati casi analoghi.

Add a comment

Keyword

Category

Author

Tag