logo cicliste app logo

logo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Tanto fango e gare durissime per tutte le categorie, ritorna il grande pubblico anche nel padovano. Organizzazione a cura del G.S Saccolongo promossa da tutti.
Il pomeriggio ha visto un timido sole accompagnare la gara open che ha visto una rinata Sara Casasola (DP66) che, dopo alcuni problemi fisici nelle ultime uscite internazionali, si è resa partecipe di una gara d’attacco proprio come aveva fatto a Jesolo in occasione del Giro d’Italia: nessuna dietro è riuscita a tenere il passo della tricolore under 23, fortissima anche a piedi.

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A Silvelle l'azzurra conquista il secondo gradino del podio al termine di una prova in costante crescita. Il Primo e il terzo posto è per le olandesi Yara Kastelijn e Annemarie Worst, settima la brava Alice Maria Arzuffi.
Silvelle (10/11) - Il risultato importante era nell'aria, e stavolta Eva Lechner non si è lasciata sfuggire l'occasione: al termine di una prova in costante crescita, l'azzurra replica il successo internazionale del 2014 e conquista la medaglia d'argento nella prova femminile elite degli Europei Ciclocross di Silvelle di Trebaseleghe. Una solida prestazione, quella dell'altoatesina, che regala alla selezione di Fausto Scotti un podio più che meritato.

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Si mette alla prova tra le big dell’omnium donne la giovane Vittoria Guazzini, classe 2000, al 1: anno nella categoria, già oro europeo e mondiale tra le juniores nella specialità olimpica nonché componente del quartetto rosa. L’azzurra, in una gara di coppa insolita che ha visto le quattro prove concentrate tutte nella sessione serale, cade nell’eliminazione.

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Brava l’azzurra Elena Bissolati (classe 1997) che entra in semifinale del keirin grazie alla vittoria ai recuperi. Qui l’azzurra compie una piccola impresa, aiutata anche dalla sorte. Con un’azione decisa Elena passa alla testa della corsa ed evita la caduta innescata dalla campionessa del mondo Lee che coinvolge altre due atlete. Poche chances nella finale. Elena prova a sorprendere le più titola avversarie, ma chiude alla fine al sesto posto. Vince la britannica Marchant Katy sulla tedesca Hinze. Il piazzamento porta punti importanti in chiave olimpica.

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Quartetto rosa: un bronzo in 4'19"469 che conferma quello conquistato alla 1° prova di Coppa del Mondo a Minsk - Il quartetto rosa composto da Vittoria Guazzini, Chiara Consonni, Simona Frapporti e Silvia Valsecchi, con un diverso organico rispetto alla precedente prova di Coppa a Minsk salvo l'azzurra Guazzini, conferma il valore complessivo del movimento e l'ampia scelta a disposizione di Salvodi, conquistando il bronzo in 4'19"469 nella sfida contro la Francia.

Add a comment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ottime notizie anche da parte dell'inseguimento femminile. Vittoria Guazzini, Chiara Consonni, Simona Frapporti e Silvia Valsecchi hanno superato nello scontro diretto la Polonia e chiuso in 4'20"335, tempo che gli permetterà di correre nella finale per il bronzo, contrapposte alla Francia.

Add a comment

Pagina 1 di 123