Mondiali di ciclismo su strada 2017: un’Italia bella, giovane e forte

L'Italia primeggia con 7 medaglie, l'Olanda brilla con i suoi 4 ori, la Danimarca sul podio con 5 medaglie.
Bergen, 24 settembre 2017 - Al termine del Mondiale di ciclismo su strada, conclusosi con la gara in linea maschile élite che ha visto il campionissimo Peter Sagan indossare la maglia iridata per la terza volta consecutiva, l’Italia può ritenersi soddisfatta degli ottimi risultati ottenuti.


Un meritatissimo secondo posto nel medagliere delle Nazioni - tra Olanda (prima) e Danimarca (terza) - con il più alto numero di medaglie: 7. Tutte dei nostri giovani azzurrini che conquistano ben 2 ori, 3 argenti e 2 bronzi.

Elena Pirrone è due volte oro, nella cronometro individuale e nella gara in linea.

Alessia Vigilia e Antonio Puppio sono argento nella cronometro individuale, Luca Rastelli è argento nella gara in linea.

Letizia Paternoster e Michele Gazzoli sono bronzo nella gara in linea.

Prestazioni in netto miglioramento rispetto a Doha 2016, quando la nostra Nazionale chiuse quinta nel medagliere con tre medaglie:
l’oro di Elisa Balsamo nella gara in linea juniores, l’argento di Lisa Morzenti nella cronometro individuale juniores e il bronzo di Jakub Mareczko nella prova in linea under 23.

Una bella Italia! Giovane e forte, sempre più carica di speranze per il futuro.

Ilenia Milanese
cicliste.eu


Ph: UCI e Alex Whitehead // SWpix.com
Ph: Medagliere // federciclismo.it

mondiali ciclismo medagliaere17

Autore
Author: Ilenia MilaneseEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stampa   Email