Mondiale MBT: un problema meccanico blocca il finale di Nicole Pesse, troppo fango per le giovani Plankensteiner e Challancin

47 atlete hanno preso il via alle 13.30 pronte a conquistare lo scettro di reginetta del Mondo  XCO. La favorita è l'austriaca Mona Mitterwallner che, non ha mai lasciato spazio di manovra alle avversarie, e si conquista una medaglia d'oro mai in discussione.
Dietro di lei il fango ha mescolato le carte: con l'Olanda fuori dai giochi, a contendersi l'argento sono state la tedesca Bauerman e la ceca Novotna, rispettivamente seconda e terza a fine gara.

 

Le azzurre hanno particolarmente subito il fango: Nicole Pesse, in buona posizione fino al terzo giro del circuito, ha dovuto arrendersi nel round finale per un incidente meccanico che l'ha fatta precipitare alla diciassettesima posizione, facendole perdere oltre 5 minuti.
In sofferenza, ma solo per il troppo fango, le giovani Noemi Plankensteiner (20°) e Giulia Challancin 39esima che, delusa, dichiara: "fisicamente stavo bene ma la bici non mi girava più dal fango".

Più commuovente il post pubblicato da Nicole Pesse sul suo profilo instagram

"Non capita spesso di vedermi arrivare così con le lacrime agli occhi, senza neanche la forza di parlare dal nodo in gola.
Anche quando le cose vanno male cerco sempre di avere il sorriso, di vedere il lato positivo, di voltare subito pagina.. oggi però non è stato così, non ho saputo controllare la mia reazione.
È stata una gara così intensa, ho lottato con tutte le mie forze per portare a casa la 6°/7° posizione di questo mondiale, ma sono bastati pochi secondi, un salto di catena e un forcellino piegato a mezzo giro dalla fine per vedere sfumare davanti a me questa possibilità e concludere al 17esimo posto....."

Continua a leggere sul suo profilo: clicca qui

Ph📸 @mmondini_photo

Autore
Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giornalista, editore, Ex ciclista professionista, appassionato di sport, presidente del team etico virtuale cicliste.eu.


Stampa   Email