Trofeo Born to Win: l’11 aprile a Civitanova Marche con il Top del ciclismo nazionale

Trofeo Born to Win: l’11 aprile a Civitanova Marche con il Top del ciclismo nazionale

E’ tempo di grandi preparativi a Civitanova Marche in cui è in fase di cantiere la prima edizione del Trofeo Born to Win a cura dell’omonimo sodalizio di Loreto che si appresta ad andare in scena domenica 11 aprile.
La presenza delle migliori atlete a livello nazionale tra élite e juniores darà ancora più prestigio a questa competizione ciclistica mattutina che farà da apripista nel pomeriggio alla gara maschile riservata alla categoria élite ed under 23.

Lorena Wiebes conquista allo sprint la prima Scheldeprijs

Lorena Wiebes conquista allo sprint la prima Scheldeprijs

Lorena Wiebes del Team DSM ha vinto la prima edizione della Scheldeprijs, grazie al suo spunto veloce.
Wiebes è partita a circa 300 metri e a vinto in sicurezza mettendosi dietro Emma Norsgaard della Movistar ed Elisa Balsamo della Valcar Travel & Service. Da evidenziare il coraggioso tentativo solitario di Daniek Hengeveld (GT Krush Tunap) ripresa negli ultimi 10 km. Anche il tentativo di Letizia Borghesi della Aromitalia Basso Bikes Vaiano è stato gestito dal gruppo che si è presentato compatto per la volata finale.

Chiara Consonni trionfa nella Ronde de Mouscron

Chiara Consonni trionfa nella Ronde de Mouscron

Chiara Consonni della Valcar-Travel & Service ha vinto la Ronde de Mouscron (1.1) all'Hainaut grazie ad una imperiosa volata che le ha permesso di distanziare le dirette avversarie.
La bergamasca ha battuto la serba Jelena Eric (Movistar), la portoghese Maria Martins (Drops) e la francese Lucie Jounier (Team Arkéa).

Le velociste si scaldano per la Scheldeprijs

Le velociste si scaldano per la Scheldeprijs

Quella del Giro delle Fiandre è stata una gara abbastanza sfortunata per la A.R. Monex Liv Women's Pro Cycling Team con un doppio problema meccanico a mettere fuori dai giochi la cubana Arlenis Sierra, ma l'occasione per rifarsi arriva subito: domani la squadra presieduta da Maurizio Fabretto sarà infatti al via della Scheldeprijs, una prova che in un certo senso chiude la prima parte della Campagna del Nord.

Annemiek van Vleuten con i suoi 38 anni conquista il Giro delle Fiandre

Annemiek van Vleuten con i suoi 38 anni conquista il Giro delle Fiandre

Dieci anni dopo la sua prima vittoria, Annemiek van Vleuten della Movistar ha vinto il suo secondo Giro delle Fiandre. La campionessa europea, ancora non al 100% della sua forma, ha attaccato sul muro finale a 14 km dalla fine, ha lasciato le compagne di fuga, ha aumentato il suo distacco da otto secondi in cima al Paterberg portandolo a 25 secondi di vantaggio al traguardo.

Dal gruppo degli inseguitori, Lisa Brennauer (Ceratizit-WNT) ha battuto Grace Brown (Team BikeExchange) nello sprint per il secondo posto. Al 4° posto brilla la prova e la volata di Elisa Longo Borghini che precede l'ottima Demi Vollering. Ottima prova per Marta Cavalli che si è piazzata al 6° posto. Letizia Borghesi è stata fermata dalla giuria per aver donato la borraccia a dei tifosi.