Decreto Legge denominato “Salvaciclisti”.
A poche ore di distanza dalla pubblicazione del documento, risulta a dir poco sconcertante la retro marcia del governo alla Camera e del Ministro Graziano del Rio che, senza dare motivazioni, hanno fatto scomparire nel nulla la proposta di modifica all’art. 148 del Codice della Strada in materia di tutela della sicurezza dei ciclisti, presentata mediante l’ormai famoso Disegno di legge n. 2658 il 16 marzo 2017 denominato “Salva Ciclisti”.

Domani un appuntamento imperdibile su Rai Uno! La vicepresidente ACCPI sarà ospite domani su Rai Uno Mattina ed interverrà durante la trasmissione Unomattina Estate per parlare di Sicurezza. 
La vicepresidente ACCPI Alessandra Cappellotto sarà ospite della trasmissione Unomattina Estate per parlare di Sicurezza dei ciclisti sulle strade.

Un tema da approfondire e da risolvere, sul quale tenere alti i riflettori, anche a fronte della bocciatura del Disegno di Legge “Salva Ciclisti”.

Domani tutti sintonizzati su Rai Uno dalle 6:42 alle 9:54 o su www.raiplay.it/programmi/unomattina 

Ilenia Milanese
cicliste.eu

La Speranza è tanto illusoria, quanto vera.
Una costante inevitabile e intoccabile, a cui affidiamo i sogni di una vita.
Rende leggera la nostra anima nei momenti pesanti come macigni.
Può ingannarci e far male, ma è un rischio da correre. Impossibile da comprimere, rinchiudere, soffocare.

Sono le prime a credere in noi, a supportarci, ad aiutarci e a lottare… sono le nostre mamme. Le mamme del ciclismo! 

Sono le prime a credere in noi. Le prime a gioire quando portiamo a casa le nostre piccole e grandi soddisfazioni. Le prime a curare le nostre delusioni e le nostre ferite. Le prime a lottare per noi. Riescono a darci la carica giusta, nonostante le loro preoccupazioni per la gara. Capiscono al volo i nostri stati d’animo, ma spesso non interferiscono. Quante volte intuiscono subito le situazioni e ci ritroviamo poi a dire che avevano ragione…

Giovane campionessa lucchese che conseguì grandi successi e che morì in seguito a un incidente stradale nel 1994, a soli 21 anni. 
Condividiamo con voi la sua storia e quella della S.C. Michela Fanini, senza aggiungere una parola a quanto riportato nell’yearbook 2017 del team. 
Ringraziamo di cuore il papà Brunello, presidente della società, per la sua tempestiva e gentile risposta, per la sua disponibilità, ma soprattutto per ciò che ha dato e che sta continuando a dare al ciclismo femminile italiano.

Follow Us Social networks

Make a Donate

Subscribe To Our Newsletter