Le cicliste

Francesca Meazzo, in America per il diabete

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un sogno nel cassetto di Francesca era quello di ritornare in America per far ancora parte del Team Novo Nordisk, squadra sportiva internazionale composta da atleti di diverse discipline - ciclismo, triathlon, corsa - tutti affetti da diabete e capeggiati dalla prima squadra ciclistica professionistica al mondo interamente composta da corridori con diabete. La missione della squadra è di ispirare, educare e incoraggiare tutti coloro che soffrono di diabete.

"A fine novembre 2017 mi è arrivato il tanto atteso invito - ci confida Francesca - a ripartecipare al Team Novo Nordisk id camp. Ero molto felice di poter andare nuovamente in America a svolgere questo “ritiro” perché avrei potuto di nuovo allenarmi con ragazzi e ragazze che hanno tutti il mio stesso problema."

Allenamenti personalizzati e non solo
"L’allenatore del team ha iniziato ad inviarmi le tabelle per gli allenamenti da subito e, quando sono iniziate le gare, mi ha dato anche consigli su come affrontarle, gestendo al meglio il mio diabete."

Una piacevole novità: il microinfusore
"Da circa metà maggio, l'Ospedale di Padova dove sono in cura, mi ha consegnato il microinfusore (strumento che controlla costantemente la mia glicemia e, se necessario, mi inietta costantemente insulina) e personalmente mi trovo molto bene perché riesco a gestire meglio i valori del glucosio nel sangue sia mentre sono in bici sia quando non lo sono. "

Dove si è svolto il ritiro e cosa avete fatto?
"Il camp si è svolto ad Athens, in Georgia, dal 5 al 12 luglio: una settimana piena di test ed allenamenti. Eravamo una trentina di ragazzi e ragazze che appartenevano alle categorie allievi, junior ed élite, provenienti da tutto il mondo.
Come l’anno scorso eravamo solamente tre ragazzi italiani, quindi per poter parlare con gli altri bisogna sapere l’inglese, fortunatamente con i ragazzi spagnoli ci si capiva lo stesso abbastanza bene."

Come passavi le giornate?
"Il primo giorno è stato dedicato interamente ai test atletici sui rulli anche legati al diabete: sul risultato di questi ultimi sono stata molto contenta e soddisfatta perché mi hanno dato ulteriori consigli su come utilizzare al meglio il microinfusore;
Tutti gli altri giorni invece abbiamo svolto diversi tipi di allenamenti: crono, crono squadre, uscite dietro auto e un giorno abbiamo fatto anche una piccola gara tra noi ragazzi.
I miei risultati su questi test sono stati molto buoni anche se, purtroppo, il penultimo giorno siamo caduti in allenamento e mi sono fatta abbastanza male ad una spalla (lussata), ma, testarda come sono, il giorno dopo sono salita lo stesso in bici per fare l’ultimo allenamento, anche se il male si faceva sentire molto.
Ogni pomeriggio svolgevamo diverse attività quali giochi con le bici, ginkane e anche alcune ore in piscina. Questa era la parte più divertente perché ridavamo e scherzavamo tutti insieme, come se ci conoscessimo da molto tempo e come se fossimo sempre stati nella stessa squadra. che si aiuta in qualsiasi momento e per qualsiasi cosa."

Tirando le conclusioni...
"Sono molto felice di aver avuto la possibilità di essere stata convocata per il secondo anno e spero di andare anche il prossimo anno. Tutto lo staff e gli allenatori sono stati molto disponibili, ho potuto confrontarmi anche con altri ragazzi e ragazze diabetici che tutti i giorni affrontano i miei stessi problemi e che vogliono continuare a praticamente ciclismo anche con la malattia."

Ringrazio Francesca Meazzo per averci raccontato la sua storia e le auguriamo di coronare il suo sogno ed entrare a far parte della squadra professionistica del Team Novo Nordisk e continuare a correre e divertirsi in bicicletta.

Walter Pettinati 

Francesca Meazzo e le sue sfide…

Rif.: http://www.novonordisk.it/ 

Francesca MeazzoShow Gallery

Author: Walter PettinatiEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

no-doping
si-salvaciclisti
no-violenza
no-razzismo
Cicliste.eu © 2019 - PROMOITALIA [PETTINATI COMMUNICATION]