Giovani cicliste crescono: ecco Raissa Spagnolo

18 ottobre 2017 - Oggi vi presentiamo Raissa Spagnolo, ciclista sedicenne che frequenta il terzo anno di liceo classico.
“La passione per la bicicletta é nata quando avevo 8 anni e giocavo a basket, vedendo la pista ciclistica di Tarquinia dove i ragazzi si allenavano. Così ho voluto provare, anche incoraggiata da mio padre, con il quale sono molto unita, che ha corso per tanti anni, da G1 fino alla categoria Juniores. 



Le squadre
Da giovanissima ho corso prima con la squadra di casa - la Polisportiva Tarquinia - e poi con Capobianchi. Da esordiente per la Cinquale Regolo e per la Npm, mentre da allieva per il Team Pomezia ed infine per le Fiamme Oro. Il prossimo anno sarò juniores per l’Osimo Stazione.

I migliori risultati
Sono arrivata terza al Campionato Italiano G5 e seconda al Campionato Italiano da G6.
Da esordiente quinta al Ghisallo e sono stata campionessa regionale.
Sono arrivata quinta alla giornata rosa a Corridonia e sesta alla crono a Camerata Picena.
Poi lo scorso anno seconda a Frosinone, quarta a Bibbona e a Santa Barbara, ottava a Corridonia e terza ad Anagni.

L’amore per il ciclismo
Sono una scalatrice e amo da morire questo sport, così tanto da non aver mai pensato di smettere. Del ciclismo mi piace tutto, é una conquista continua.”

Dal basket al ciclismo su strada. Entrambi sport di squadra, ma con quali differenze?
? Non hanno paragone.
Il basket lo facevo tanto per fare movimento, invece il ciclismo l’ho iniziato proprio perché mi piaceva veramente.

Qual è il valore di un team e quanto conta il farne parte?
Ovviamente la squadra é importante, ma non é l’unica cosa che conta….

Quando ti capita di vedere un pallone da basket, ti viene mai nostalgia?
No, per niente. Non mi manca assolutamente il basket.

Sei tesserata nelle Fiamme Oro. Un’esperienza che non capita a tutti…
Com’è stato far parte del Gruppo Sportivo Giovanile della Polizia di Stato?
Sono entrata a far parte delle Fiamme Oro perché ero Campionessa Regionale Laziale e mi hanno presa perché la squadra era di Roma.
Senza dubbio far parte delle Fiamme Oro é stata una bella esperienza, anche se, purtroppo, ci sono stati diversi problemi (compagne) e molte cose non hanno funzionato. 
Nel Corpo non c’è una squadra per le junior e per questo non ne faccio più parte.

Ti è costato delle rinunce? Ti è servito a migliorare dal punto di vista sportivo e/o personale?
No, nessuna rinuncia.
Sinceramente sono rimasta sempre uguale da entrambi i punti di vista. Però posso dire che mi ha insegnato che non di tutte le compagne di squadra ti puoi fidare….

Ci racconti delle tue giornate e dei tuoi allenamenti?
La mattina vado a scuola, il pomeriggio mi alleno (in genere faccio cinque, massimo sei allenamenti alla settimana) e studio la sera. Quando posso esco con gli amici.
Mi alleno sempre da sola, seguita da mio padre con lo scooter, e qualche volta insieme a degli allievi.

Per te ora il passaggio da allieva a juniores e la nuova avventura con l’Osimo Stazione. Cosa ti emoziona di più di questo momento?
Sono felicissima di far parte dell’Osimo Stazione perché sono persone che si sono comportate benissimo con me. Poi cambiare maglia e indossare i colori marchigiani é già una cosa emozionante per me! Spero di rendergli onore….

Quali sono le caratteristiche fisiche e caratteriali che non devono mancare a una ciclista scalatrice?
Per essere scalatrice, ovviamente, bisogna essere molto leggere e devi avere una grande voglia di faticare! Per quanto riguarda il carattere, non ti devi mai arrendere.

Frequenti il Liceo Classico, una scuola molto impegnativa….
Riesci facilmente a gestire lo studio e gli impegni ciclistici?
Sì, certo, gestisco entrambi anche se prima viene il ciclismo.

Quale materia ti piace di più?
La mia materia preferita é storia dell’arte. Mi piace studiare i vasi e tutte le varie e bellissime opere antiche.

Normalmente, la scelta di un liceo proietta verso un futuro accesso all’università.
Pensando appunto al futuro, cosa vedi nella tua vita e cosa sogni per te?
No, non penso che andrò all’università.
Da grande, mi piacerebbe far parte dell’esercito.

Potete seguire Raissa sul suo profilo Instagram: http://instagram.com/raissaspagnolo
La pagina del suo team: Gruppo Ciclistico Osimo Stazione

Ilenia Milanese
cicliste.eu

In foto Raissa accanto al suo papà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore
Author: Ilenia MilaneseEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stampa   Email