L'UCI conferisce alla Commissione Etica il potere sanzionatorio per combattere gli abusi

L'UCI conferisce alla Commissione Etica il potere sanzionatorio per combattere gli abusi

The Cyclists Alliance (TCA) ha accolto con soddisfazione le nuove misure adottate dall'UCI per prevenire e sanzionare in modo più efficace gli abusi sulle cicliste.
L'associazione ciclistica femminile con sede in Olanda, che ha supportato più cicliste nel processo di reclami presso la Commissione Etica dell'UCI, ha redatto un rapporto con raccomandazioni su come migliorare la procedura e, insieme alla Cyclistes Professionnels Associés (CPA), ha incontrato l'organo di governo dello sport per discutere la questione.

"Anche se non tutte le raccomandazioni del TCA sono state adottate, riconosciamo i progressi compiuti con queste modifiche e il codice etico modificato", ha affermato la Cyclists Alliance in una nota .

"Apprezziamo la volontà dell'UCI di rivedere e adottare ... questi cambiamenti e per l'approccio collaborativo adottato dall'UCI e dal CPA".

Le modifiche sono arrivate dopo che Marc Bracke, manager della Doltcini-Van Eyck Sport, è stato scoperto di aver violato il Codice Etico lo scorso ottobre (ha chiesto a due cicliste le immagini in "mutande e reggiseno" e in "bikini"). Tuttavia, gli è stato permesso di continuare a gestire la squadra fino alla primavera. Bracke non ha diretto la squadra alla Flanders Classics dopo che gli organizzatori della gara gli hanno chiesto di non partecipare, ma sono trascorsi mesi senza una decisione della Commissione disciplinare o di una sanzione formale.

Le nuove disposizioni vanno oltre l'attribuzione al Comitato Etico della facoltà di irrogare sanzioni disciplinari e dell'obbligo di informare i denuncianti. Includono anche la possibilità di imporre misure provvisorie, consentendo la sospensione di un presunto autore durante l'indagine di un caso e la nomina di un responsabile dell'integrità e dell'istruzione per gestire il sistema di segnalazione di molestie e abusi, nonché per fungere da persona di riferimento.

Un'altra misura che il TCA ha affermato di aver raccomandato erano i parametri relativi ai tempi di comunicazione verso le parti, la vittima e gli eventuali comunicati stampa.

"Questo non è stato adottato, tuttavia l'UCI ha riconosciuto la necessità di miglioramenti in questo senso e siamo fiduciosi che le modifiche di cui sopra dovrebbero portare a tempistiche più brevi per i casi", ha affermato il TCA.

Autore
Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giornalista, editore, Ex ciclista professionista, appassionato di sport, presidente del team etico virtuale cicliste.eu.


Stampa   Email

Related Articles