A Corridonia brillano i colori azzurri

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Corridonia (13/05) - Nonostante una giornata meteorologicamente assai difficile, che ha reso ancor più insidioso il percorso della gara su strada, la Coppa del Mondo di Ciclismo Paralimpico di Corridonia ha visto la sua conclusione con una messe di medaglie per gli azzurri. Alla fine ben 24 sono i podi dell’ Italia (considerando anche le medaglie della Pasini (WH1) e dell’ Amadeo ( WH2) che correvano a titolo individuale).

L’ Olanda è la nazione regina di questa prova, con un bottino di 10 medaglie d’ oro ma le 24 medaglie dei nostri li collocano sul primo gradino del ranking precedendo anche gli USA.

Giorgio Farroni, beniamino di casa, nel triciclo T1 ha fatto il vuoto nella sua categoria dominando sia la crono che la gara in linea e così Ana Maria Vitelaru che conferma la sua straordinaria crescita internazionale nelle due prove della WH5. Alessandro Zanardi (MH5), che aveva vinto la prova contro il tempo precedendo di circa 6 secondi l’olandese Mitch Valize, non ha potuto bissare il successo nella gara su strada per una caduta che lo ha costretto al ritiro.

Buono il rientro del Tandem maschile (Pizzi/ Panizza) che all’esordio in un contesto internazionale di grosso rilievo non ha deluso le aspettative e ha conquistato due terzi posti che fanno veramente ben sperare. E buono anche il rientro di un campione come Vittorio Podestà che, assente dalle scene mondiali per motivi personali, ha fatto vedere che è ancora un atleta sul quale contare in prospettiva olimpica. Molto positiva Francesca Porcellato, argento sia nella crono che nella strada (WH3) avendo trovato nella statunitense Alicia Dana un ostacolo insormontabile.

Alex Zanardi Lolandese Mitch Valize E Il Francese Loic Vergnaud 696X502
Leggermente sotto le aspettative Luca Mazzone nella MH2. Il pugliese forse ci aveva abituato fin troppo bene collezionando ori e maglie iridate nel più recente passato ma sicuramente è sempre atleta di altissima competitività e pedina fondamentale di questa Nazionale. Ottimi gli argenti di Anobile e Tarlao nella C4 e nella C5 maschile. II lombardo dopo una gagliarda prova su strada ed il friulano nella crono dove è specialista. Anche Cornegliani corre bene e si porta a casa due medaglie d’argento nella MH1, preceduto dallo svizzero Fruh nella gara in linea e dal belga Hordies nella crono. Bronzo di valore anche quello di Michele Pittacolo terzo nella MC4 dopo una bellissima gara.

Giancarlo Masini sale sul terzo gradino del podio nella cronometro MC1 ed Eleonora Mele su quello della gara in linea della WC5 e nella gara che chiudeva la manifestazione, il Team Relay, gli USA , con le due formazioni in gara costringevano il nostro terzetto (Zanardi/Podestà/Porcellato) al terzo posto e conseguente bronzo, dopo un emozionante gara che vedeva USA 1 chiudere con 23”26 davanti a USA 2 23”33 e gli azzurri a 23”44.

Si replica ad Ostenda (Belgio) dal 16 al 19 Maggio.

RANKING NAZIONI

Olanda: 10 ori, 4 argenti, 1 bronzo - tot. 15 medaglie
Italia: 7 ori, 8 argenti, 9 bronzi - tot. 24 medaglie
USA: 7 ori, 8 argenti, 4 bronzi - tot. 19 medaglie

MEDAGLIERE DEGLI AZZURRI

ORO
FARRONI GIORGIO: 2
VITELARU ANA MARIA: 2
ZANARDI ALESSANDRO: 1
PASINI LUISA: 2 *

ARGENTO
PORCELLATO FRANCESCA: 2
CORNEGLIANI FABRIZIO: 2
AMADEO ROBERTA: 2*
ANOBILE FABIO: 1
TARLAO ANDREA: 1

BRONZO
MAZZONE LUCA: 2
LUCA PIZZI / RICCARDO PANIZZA: 2
ELEONORA MELE: 1
PODESTA’ VITTORIO: 1
PITTACOLO MICHELE: 1
Team Relay (ZANARDI – PORCELLATO – PODESTA’): 1
MASINI GIANCARLO: 1

Author: RedazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

no-doping
si-salvaciclisti
no-violenza
no-razzismo
Cicliste.eu © 2019 - PROMOITALIA [PETTINATI COMMUNICATION]